Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Come la Chiesa Cattolica Romana ha manipolato i dieci comandamenti

I dieci comandamenti dati da Dio

Questi sono i dieci comandamenti che Dio pronunziò sul monte Sinai e che scrisse con il suo dito sulle due tavole di pietra che diede al suo servo Mosè.

  • Il primo: “Io sono l’Eterno, l’Iddio tuo, che ti ho tratto dal paese d’Egitto, dalla casa di servitù. Non avere altri dii nel mio cospetto” (Es. 20:2,3).
  • Il secondo: “Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti” (Es. 20:4-6). Leggi tutto… “● Come la Chiesa Cattolica Romana ha manipolato i dieci comandamenti”

ottobre 4th, 2010 Posted by | Cattolicesimo Romano, Chiesa Cattolica Romana, Decalogo, Dieci Comandamenti, Eresie di perdizione, Idolatria, Tavole della legge | no comments

● Gesù non portava affatto una lunga chioma come una donna, poiché non aveva fatto alcun voto di Nazireato

“Giudicatene voi stessi: …  La natura stessa non v´insegna ella che se l´uomo porta la chioma, ciò è per lui un disonore?”

(1° Corinzi 11:13,14)

__________________________________

La maggior parte delle persone del mondo, compreso molti credenti è convinta che Gesù portasse dei lunghi capelli come una donna…

Per giustificare ciò, molti prendono il passo di Numeri 6:5

“Tutto il tempo del suo voto di nazireato il rasoio non passerà sul suo capo; fino a che sian compiuti i giorni per i quali ei s’è consacrato all´Eterno, sarà santo; si lascerà crescere liberamente i capelli sul capo. (Numeri 6:5),

dicendo quindi che Gesù aveva i capelli lunghi perché era “nazireo”…

Questi però confondono “nazireo” con “nazareno”, cioè di Nazareth.

Infatti quando la Scrittura chiama Gesù, Nazareno, non bisogna intendere che egli fosse un Nazireo, ma semplicemente un abitante di Nazareth dove lui fu allevato.

Matteo lo fa capire bene questo quando dice:

“…Ma udito [Giuseppe] che in Giudea regnava Archelao invece d’Erode, suo padre, temette d’andar colà; ed essendo stato divinamente avvertito in sogno, si ritirò nelle parti della Galilea, e venne ad abitare in una città detta Nazaret, affinché si adempiesse quello ch’era stato detto dai profeti, ch’egli sarebbe chiamato Nazareno…” (Matt. 2:22-23).

Gesù quindi Leggi tutto… “● Gesù non portava affatto una lunga chioma come una donna, poiché non aveva fatto alcun voto di Nazireato”

ottobre 4th, 2010 Posted by | John Heyman, Nazireato | 4 comments