Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Ecumenismo in Irpinia

Perchè l’ecumenismo è una

macchinazione del diavolo

(106 minuti – mp3)


Quale comunione c’è fra la luce e le tenebre? (ancora contro l’ecumenismo)

(105 minuti – mp3)


_____________________

Fratelli nel Signore, in base al seguente articolo apparso su Irpinianews.it, nel mese di Gennaio del 2010 si è tenuta una celebrazione ecumenica presso la cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino), a cui hanno partecipato i tre vescovi delle diocesi irpine: Francesco Alfano, Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi – Conza – Nusco – Bisaccia; Francesco Marino, Vescovo di Avellino; Giovanni D’Alise, Vescovo di Ariano Irpino – Lacedonia; e poi l’abate ortodosso Nicodemo, che dal monastero alla periferia di Mirabella Eclano segue gli ortodossi rumeni presenti nei territori irpini; e il pastore evangelico pentecostale Edoardo Piacentini, che è uno dei responsabili della comunità evangelica di Calitri.

Il tema guida per gli incontri della settimana (18-25 Gennaio), proposto per tutte le chiese del mondo è stato il seguente: “Voi sarete testimoni si tutto ciò” tratto dal vangelo di Luca al capitolo 24.

I celebranti hanno fatto una breve meditazione sul brano del vangelo. Il tutto condito da canti e gesti simbolici per sensibilizzare e chiedere a Dio ‘il dono dell’unità’ tra i cristiani.

Celebrazione ecumenica con il Pastore Edoardo Piacentini

Francesco Alfano, Arcivescovo di Sant'Angelo dei Lombardi con il Pastore Evangelico Edoardo Piacentini

Che dire? Ancora una volta riscontriamo l’avanzamento dell’ecumenismo tra i Pentecostali in Italia, che è contrario al sentimento dello Spirito di Dio, in quanto va contro le parole dell’apostolo Paolo:

“Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre? E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele? E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo. Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io v’accoglierò, e vi sarò per Padre e voi mi sarete per figliuoli e per figliuole, dice il Signore onnipotente” (2 Corinzi 6:14-18).

Guardatevi e ritiratevi dunque da tutti coloro che sono animati da questo spirito ecumenico, in quanto sono d’intoppo sia ai credenti che agli increduli danneggiando così la causa del Vangelo.

Leggi la mia approfondita confutazione dell’ecumenismo a questa pagina.

Giacinto Butindaro

* Per capire meglio questo incontro, vi propongo questa testimonianza di un altro ‘pastore’ evangelico presente all’incontro:

Settimana di Preghiera per l’unità dei cristiani“E VOI MI SARETE TESTIMONI DI TUTTO CIÒ” (LUCA 24, 48) RIFLESSIONI DI UN TESTIMONE TRA TESTIMONI

“E VOI MI SARETE TESTIMONI DI TUTTO CIÒ” (LUCA 24, 48)
RIFLESSIONI DI UN TESTIMONE TRA TESTIMONI

Il 18 gennaio ’10 ha visto insieme nella Cattedrale di Sant’ Angelo dei Lombardi, cristiani provenienti dai territori delle Diocesi di Ariano Irpino e Lacedonia, Avellino e Sant’ Angelo dei Lombardi.
E proprio come ha affermato S.E. Mons. Giovanni D’Alise, si è percepita in modo tangibile la presenza dello Spirito Santo, Spirito che ci accoglieva tutti insieme ed ha permesso l’accoglienza reciproca gli uni degli altri nel nome dell’unico e comune Salvatore e Signore Gesù Cristo, Cattolici, Evangelici ed Ortodossi.

Il tema che ha ispirato la riflessione e la preghiera per “l’Unità dei cristiani” del 2010, oggetto della Celebrazione Ecumenica, è quello della comune testimonianza cristiana come condizione per l’efficacia della missione ricevuta: annunciare che Cristo ci ha riconciliati a Sé e con il Padre.

Come testo biblico è stato proposto l’intero capitolo del Vangelo di S. Luca (Luca 24, 1-53) che riporta gli episodi delle apparizioni di Cristo risorto ai discepoli. Il versetto centrale del tema è: “Di queste cose mi siete testimoni”(Luca 24,48). Gesù richiede la testimonianza a tutti i discepoli che si trovano insieme.

I fatti di cui i discepoli sono i testimoni, i “martiri di queste cose” (màrtyres toùt?n), testimoni con la parola e con la vita, alcuni fino alla morte, comporta la promessa di una assistenza potente dall’alto (ex hýpsous dýnamin), l’assistenza della Grazia: “Ed ecco che io mando sopra di voi il Promesso dal Padre mio” (Luca 24, 49). Egli illuminerà, fortificherà, darà consistenza alla parola che così diviene testimonianza di vita. E’ nell’unità che vengono inviati a proclamare quanto hanno visto e sentito.

Tale tema è stato proposto dal gruppo ecumenico della Scozia, il quale ha pensato di rinnovare a noi, cristiani di oggi, lo stesso invito. La situazione è indebolita dalla divisione, ma anche in questa situazione i cristiani sono chiamati a rendere oggi quella testimonianza comune che è loro possibile. Testimonianza che è possibile su temi comuni come la carità ed il servizio verso il prossimo ed i minimi di questa terra

Tra tutte le espressioni del Cristianesimo vi è una vera comunione di fede, un’unità già presente in Cristo seppur nella diversità delle divisioni umane. Come rappresentante di una Chiesa Evangelica, non posso se non gioire del cammino intrapreso e contribuire affinché la Chiesa tutta, si prepari e sia pronta per il ritorno del Signore Gesù Cristo.

Il sentimento provato alla fine della Celebrazione di San Angelo dei Lombardi, può essere riassunto con lo stesso sentimento provato dai due discepoli lungo la via verso Emmaus: ”Non ci sentivamo come un fuoco nel cuore, quando Egli lungo la via ci parlava e ci spiegava la Bibbia?” (Luca 24,32 Trad.LDC) L’augurio è che questo fuoco possa continuare ad ardere nei singoli ma diventare un incendio di amore per Dio e per il prossimo.

Paolo Dott. Longo
Responsabile della
Chiesa Cristiana Evangelica
Dell’Esercito della Salvezza

http://hirpusmephitis.blogspot.com/2010/01/settimana-di-preghiera-per-lunita-dei.html

Tratto da: http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/12/20/ecumenismo-in-irpinia/

_________________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Contro l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana

● Pastori Evangelici Ecumenici… Guardatevi da costoro!

● Occorre “ricercare” l’unità dei cristiani… un’altra menzogna del diavolo!

● Lettera aperta al Pastore Evangelico Edoardo Piacentini

● Pastori Pentecostali ecumenici nel Ragusano. L’Ecumenismo avanza… Che vergogna!

● L’ecumenismo avanza anche nel Messinese…

● Documento voluto da papa Ratzinger “L’unica chiesa di Cristo è quella cattolica”

● Lista di alcuni “anatema” mai revocati dal Cattolicesimo Romano…

● Ero un sacerdote cattolico… poi conobbi la verità che mi fece libero

 

Articoli correlati da link esterni:

Settimana per l’unità dei cristiani – Partecipano le chiese cattolica, avventista, pentecostale e luterana
Settimana di preghiera per l’unità dei Cristiani a Bologna
Ecumenismo con i Cattolici Romani: un giogo che non è per noi
Edimburgo 2-6 Giugno 2010 – L’ecumenismo avanza

dicembre 24th, 2010 Posted by | Abate ortodosso Nicodemo, Comportamenti sconvenienti, Ecumenismo, Edoardo Piacentini, Francesco Alfano, Francesco Marino, Giovanni D’Alise, Pastori ecumenici | no comments

_____________________________________________________________________________
In questa sezione puoi lasciare dei commenti che vi ricordo su questo blog sono moderati, cioè soggetti all'approvazione dell'amministratore.
I commenti che lascerete NON SARANNO fatti passare se sono ANONIMI (cioè privi di nome e soprattutto COGNOME) oppure se sono commenti OFFENSIVI, VOLGARI o INSENSATI.

Vedi anche: "Avviso ai visitatori"