Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio


Share

agosto 26th, 2011 Posted by | Confutazioni, Dottrine false, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, Predestinazione, Proponimento dell'elezione di Dio | 3 comments

3 Responses to “● A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio”

  1. Pace fratello Nicola,
    ti prego di aiutarmi a comprendere alcune cose in merito.
    Come credo avrai capito sto cercando di crescere nella conoscenza della Parola ed in questi giorni sto leggendo molti dei tuoi insegnamenti su vari argomenti. Tra questi, questo sulla predestinazione.
    In merito francamente non mi ero mai interrogato. Tanti passaggi della Bibblia non sono facili ad intendere, per questo giova che in rete si trovino guide interessanti che ci possono aiutare a far luce su aspetti profondi ma apprentemente secondari degli insegnamenti cristiani.
    Siccome siamo tenuti a crescere sia nella fede che nella conoscenza della Parola mi sto impegnato in questo senso.
    Dai tuoi diversi articoli o insegnamenti è innegabile la rispondenza sia per il ragionamento logico che nei vari passi biblici. Alcune cose sull’argomento però non mi sono chiare. Mi perdonerai Nicola se semplifico un po’ i concetti per renderli più alla mia portata che a quella di altri come me. La predestinazione, se ho capito bene, significa che da sempre i nostri nomi sono stati scritti nel libro della vita, ma allora lo stesso vale per la nostra conversione? Ovvero, il Signore conoscendo ognuno di noi nel suo intimo sa chi ha un cuore che puo essere votato a lui e chi no, ma è lo stesso per il momento della nostra conversione o no ? Coloro che non sono nel libro della vita nascono comunque al mondo perchè nella volontà del Signore e fanno parte di un mondo corrotto per mettere alla prova i santi? Altra cosa, allora Gesù è morto e risorto solo per coloro che erano nel libro della vita ? Altra cosa, come si colloca l’evangelizzazione rispetto alla predestinazione? Ovvero perchè dovremmo evangelizzare se i salvati sono già predestinati ? Oppure dovremmo pensare che l’evangelizzazione è necessaria in quanto se pur predestinati non nasciamo credenti e quindi riceveremo la Parola da altri o comunque nelle varie circostanze della vita che variano per ognuno di noi? Spero di essere stato chiaro.

  2. 1) “La predestinazione, se ho capito bene, significa che da sempre i nostri nomi sono stati scritti nel libro della vita, ma allora lo stesso vale per la nostra conversione? Ovvero, il Signore conoscendo ognuno di noi nel suo intimo sa chi ha un cuore che puo essere votato a lui e chi no, ma è lo stesso per il momento della nostra conversione o no ?”

    No, il Signore non fa grazia ad un uomo perchè: “…sa chi ha un cuore che puo essere votato a lui e chi no”, perchè il peccatore non cerca affatto Iddio essendo spiritualmente morto, infatti la Scrittura dice che il cuore dell’uomo è “…insanabilmente maligno” (Geremia 17:9). E ancora: “Non v´è alcun giusto, neppur uno. Non v´è alcuno che abbia intendimento, non v´è alcuno che ricerchi Dio (Romani 3:10,11), e noi non eravamo diversi, se non fosse stato per il Signore noi da soli non ci saremo mai potuti convertire (Efesini 2:1,9).

    “..i quali non son nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d´uomo, ma son nati da Dio.” (Giovanni 1:13).

    Dio permette all’uomo di convertirsi e perciò nascere di nuovo unicamente per la Sua misericordia e la Sua inscrutabile volontà secondo che è scritto: “Egli fa misericordia a chi vuole, e indura chi vuole” (Romani 9:18). Così nello stesso modo e perciò per la Sua volontà, Egli indura chi vuole perché non creda e perciò non possa esser salvato.

    La Scrittura anticipa poi la risposta indignata di colui che, messo a conoscenza di questa verità, trova ingiusta questa “volontà divina”, rispondendogli così:

    “Tu allora mi dirai: Perché si lagna Egli ancora? Poiché chi può resistere alla sua volontà?

    Piuttosto, o uomo, chi sei tu che replichi a Dio?

    La cosa formata dirà essa a colui che la formò: Perché mi facesti così? Il vasaio non ha egli potestà sull´argilla, da trarre dalla stessa massa un vaso per uso nobile, e un altro per uso ignobile?

    E che v´è mai da replicare se Dio, volendo mostrare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con molta longanimità de´ vasi d´ira preparati per la perdizione…” (Romani 9:19,22).

    Perciò “Egli fa misericordia a chi vuole, e indura chi vuole” (Romani 9:18) senza che vi sia alcuna ingiustizia in Dio poichè Egli non è debitore verso nessun uomo, anzi al contrario sopporta con molta longanimità il mondo peccatore che nonostante tutto è comunque ugualmente perduto per la propria malvagità. Fidiamoci perciò ciecamente di Dio poichè Egli sa quel che fa ed è profondamente giusto nelle decisioni che prende nel Suo consiglio della Sua volontà verso ogni uomo.

    Ritornando alla tua prima domanda prendiamo ad esempio la conversione dell’apostolo Paolo. Ebbene qualche tempo fa il pastore Paolo Lombardo delle ADI fece erroneamente questo ragionamento quando disse:

    “Il Signore sapeva che Saulo era sincero, anche se era contrario a Cristo, alla fede di Cristo, era sincero, era onesto, lui amava Dio con sincerità, con integrità di cuore, per questo il Signore lo ha salvato”. (vedi link: ● Perchè il Signore ha salvato Saulo da Tarso, secondo Paolo Lombardo, pastore delle Assemblee di Dio in Italia)

    Ma le cose non stanno affatto così, infatti se leggi attentamente la confutazione delle parole di Paolo Lombardo da parte del fratello Giacinto Butindaro (tra l’altro colgo l’occasione per chiarirti che la maggioranza degli studi sul mio blog compreso tutti quelli che parlano del proponimento dell’elezione di Dio, sono suoi e non miei), vedrai come stanno realmente le cose alla luce della Parola di Dio.

    Anche i seguenti post e messaggio audio potranno esserti utili per la tua edificazione:

  3. Dio ci ha scelti perché preconobbe che noi avremmo creduto?
  4. Credere per diventare predestinati? (80 minuti – mp3)
  5. ______________________________________________________

    2) “Coloro che non sono nel libro della vita nascono comunque al mondo perchè nella volontà del Signore e fanno parte di un mondo corrotto per mettere alla prova i santi?”

    Si, questo è scritturale poichè sta scritto: “L´Eterno ha fatto ogni cosa per uno scopo; anche l´empio, per il dì della sventura” (Proverbi 16:4).

    Faraone ne è un’esempio (vedi Romani 9:17), come lo stesso Giuda Iscariota o l’anticristo che deve venire, che son chiamati entrambi: “figliuoli di perdizione” (vedi Giovanni 17:12 e 2° Tessalonicesi 2:3). E questo concilia col passo letto innanzi ai Romani dove è scritto appunto che Dio sopporta “… con molta longanimità de´ vasi d´ira preparati per la perdizione…” (Romani 9:22).

    Dio infatti per i Suoi giusti piani indura anche chi vuole e anche le seguenti Scritture lo dimostrano:

    • “Perciò non potevano credere, per la ragione detta ancora da Isaia: “Egli ha accecato i loro occhi e ha indurito i loro cuori, affinché non vedano con gli occhi, e non comprendano con il cuore, e non si convertano, e io non li guarisca”. (Giovanni 12:39-40)
    • ” [Gesù:] …ma voi non credete, perché non siete delle mie pecore”. (Giovanni 10:26)
    • “Per voi dunque che credete essa è preziosa; ma per gli increduli “la pietra che i costruttori hanno rigettata è diventata la pietra angolare, pietra d’inciampo e sasso di ostacolo”. Essi, essendo disubbidienti, inciampano nella parola; e a questo sono stati anche destinati“. (1 Pietro 2:7-8)
    • “E invero in questa città, contro al tuo santo Servitore Gesù che tu hai unto, si son raunati Erode e Ponzio Pilato, insiem coi Gentili e con tutto il popolo d´Israele, per far tutte le cose che la tua mano e il tuo consiglio aveano innanzi determinato che avvenissero“. (Atti 4:27,28)

    Il “libero” arbitrio che molti insegnano infatti non esiste perchè esso (l’arbitrio o facoltà di fare le proprie scelte) è invece mosso sovranamente sia in bene che in male da Dio e le seguenti Scritture ad esempio lo dimostrano:

    • “Il cuore del re, nella mano del Signore, è come un corso d’acqua; egli lo dirige dovunque gli piace (Proverbi 21:1)
    • “Egli possiede la forza e l’abilità; da lui dipendono chi erra e chi fa errare (Giobbe 12:16)
    • “I passi dell’uomo li dirige il Signore; come può quindi l’uomo capire la propria via?” (Proverbi 20:24)
    • “Il cuore dell’uomo medita la sua via, ma il Signore dirige i suoi passi (Proverbi 16:9)
    • “Signore, io so che la via dell’uomo non è in suo potere, e che non è in potere dell’uomo che cammina il dirigere i suoi passi” (Geremia 10:23)
    • “Il sabato andammo fuori dalla porta, lungo il fiume, dove pensavamo vi fosse un luogo di preghiera; e sedutici parlavamo alle donne là riunite. Una donna della città di Tiatiri, commerciante di porpora, di nome Lidia, che temeva Dio, ci stava ad ascoltare. Il Signore le aprì il cuore, per renderla attenta alle cose dette da Paolo” (Atti 16:13-14)
    • Dio le aprì gli occhi ed ella vide un pozzo d’acqua e andò, riempì d’acqua l’otre e diede da bere al ragazzo” (Genesi 21:19)
    • “Poi mutò il cuore di questi; essi odiarono il suo popolo e tramarono inganni contro i suoi servi” (Salmi 105:25)
    • “Così il re non diede ascolto al popolo; perché tutto ciò era diretto dal Signore, affinché si adempisse la parola che il Signore aveva pronunciata per mezzo di Aiia di Silo a Geroboamo, figlio di Nebat” (1Re 12:15)
    • “ascolta la parola dell´Eterno. Io ho veduto l´Eterno che sedeva sul suo trono, e tutto l´esercito del cielo che gli stava dappresso a destra e a sinistra. E l´Eterno disse: – Chi sedurrà Achab affinché salga a Ramoth di Galaad e vi perisca? – E uno rispose in un modo e l´altro in un altro. Allora si fece avanti uno spirito, il quale si presentò dinanzi all´Eterno, e disse: – Lo sedurrò io. L´Eterno gli disse: – E come? – Quegli rispose: – Io uscirò, e sarò spirito di menzogna in bocca a tutti i suoi profeti. – L´Eterno gli disse: – Sì, riuscirai a sedurlo; esci, e fa´ così. – Ed ora ecco che l´Eterno ha posto uno spirito di menzogna in bocca a tutti questi tuoi profeti; ma l´Eterno ha pronunziato del male contro di te”.” (1° Re 22:14,23)
    • “Se un uomo pecca contro un altro uomo, Dio lo giudica; ma se pecca contro il Signore, chi intercederà per lui?” Quelli però non diedero ascolto alla voce del loro padre, perché il Signore li voleva far morire (1° Samuele 2:25)
    • “Infatti Dio ha messo nei loro cuori di eseguire il suo disegno che è di dare, di comune accordo, il loro regno alla bestia fino a che le parole di Dio siano adempiute” (Apocalisse 17:17)
    • “In quella stessa ora, Gesù, mosso dallo Spirito Santo, esultò e disse: «Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli! Sì, Padre, perché così ti è piaciuto!” (Luca 10:21)
    • “Allora i discepoli si avvicinarono e gli dissero: «Perché parli loro in parabole?» Egli rispose loro: «Perché a voi è dato di conoscere i misteri del regno dei cieli; ma a loro non è dato. Perché a chiunque ha sarà dato, e sarà nell’abbondanza; ma a chiunque non ha sarà tolto anche quello che ha. Per questo parlo loro in parabole, perché, vedendo, non vedono; e udendo, non odono né comprendono. E si adempie in loro la profezia d’Isaia che dice: “Udrete con i vostri orecchi e non comprenderete; guarderete con i vostri occhi e non vedrete; perché il cuore di questo popolo si è fatto insensibile: sono diventati duri d’orecchi e hanno chiuso gli occhi, per non rischiare di vedere con gli occhi e di udire con gli orecchi, e di comprendere con il cuore e di convertirsi, perché io li guarisca”" (Matteo 13:10-15)

    ______________________________________________________

    3) “Altra cosa, allora Gesù è morto e risorto solo per coloro che erano nel libro della vita ?”

    Per la risposta leggi questo link: ● Gesù Cristo è morto solo per alcuni o per tutti?

    “…gli porrai nome Gesù, perché è lui che salverà IL SUO POPOLO dai loro peccati.” (Matteo 1:21).

    ______________________________________________________

    4) “Altra cosa, come si colloca l’evangelizzazione rispetto alla predestinazione? Ovvero perchè dovremmo evangelizzare se i salvati sono già predestinati ?”

    Anche se conosciamo la dottrina della predestinazione noi dobbiamo predicare ai perduti “come se” la predestinazione non ci fosse, poichè noi non sappiamo chi Dio vorrà salvare.

    Ed anche la conoscenza assoluta di chi sarà salvato perseverando fino alla fine la possiede solo l’Onniscente Iddio ma non noi; infatti anche per noi che abbiam creduto mentre attualmente possiamo già dire per fede d’esser salvati, tuttavia c’è anche una salvezza che noi dobbiamo ancora sperimentare che è quella dall’ira a venire (vedi il link: ● La salvezza già sperimentata, e quella ancora da sperimentare), infatti quando Gesù disse: “Ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato” (Matt. 24:13), si riferiva a questa salvezza futura.

    Ora come dicevo noi non sappiamo chi sarà salvato perseverando fino alla fine e chi invece si trarrà indietro dato che la Scrittura dice anche che alcuni “apostateranno dalla fede” (1° Timoteo 4:1) (… tra l’altro molti credenti intoppano davanti alla dottrina biblica del proponimento dell’elezione di Dio e si scandalizzano solo al sentir nominare la parola “predestinazione” senza considerare infatti che il futuro dell’uomo lo conosce solo Dio), … ecco perchè anche noi che abbiam creduto, vivendo nel presente dobbiamo testimoniare per fede la nostra salvezza secondo la promessa della Parola di Dio, ma nello steso tempo dobbiamo esortarci gli uni gli altri tutti i giorni perseverando nella santificazione, come disse Pietro, per “render sicura” la nostra vocazione ed elezione:

    “Perciò, fratelli, vie più studiatevi di render sicura la vostra vocazione ad elezione; perché, facendo queste cose, non inciamperete giammai, poiché così vi sarà largamente provveduta l´entrata nel regno eterno del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo “ (2° Pietro 1:10,11)

    Per la tua domanda leggi comunque anche questo link:

    ● SULLA PREDESTINAZIONE: “Se Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati, perché non li salva tutti?”

    Ti invito inoltre (come spero tu stia già facendo) di prenderti il dovuto tempo per l’ascolto dei seguenti messaggi audio del fratello Giacinto Butindaro che potranno darti altre ulteriori delucidazioni sul tema del proponimento dell’elezione di Dio:

    1. Il proponimento dell’elezione di Dio e il mistero di Cristo (107 minuti)
    2. Dio indura chi vuole (92 minuti)
    3. Dio fa misericordia a chi vuole (94 minuti)
    4. Confutazione della dottrina A.D.I. il destino se lo crea l’uomo (195 minuti)
    5. Contro le menzogne ADI per negare la predestinazione – parte 1 (107 minuti)
    6. Contro le menzogne ADI per negare la predestinazione – parte 2 (112 minuti)
    7. Contro la dottrina “Dio prevede, ma non predetermina” (84 minuti)
    8. Domande per coloro che asseriscono che ‘il destino se lo crea l’uomo’ (109 minuti)
    9. A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio – Prima parte (107 minuti)
    10. A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio – Seconda parte (81 minuti)
    11. A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio – Terza parte (108 minuti)
    12. Credere per diventare predestinati? (80 minuti)
    13. Per quelli che negano la predestinazione (92 minuti)

    Pace, Dio ti benedica

  6. Carissimi fratelli pace,
    ti ringrazio tantissimo caro Nicola per aver accolto la mia richiesta, oltre alle risposte che mi hai dato speravo proprio che mi organizzassi il materiale da studiare sulla predestinazione. Si, mi sono accorto che gli studi in mp3 sono del fratello Giacinto, anzi, quando mi sono accorto di questo sono subito andato a cercare il suo blog e, dopo avergli scritto ed esserci scambiati i contatti, abbiamo avuto modo di conoscerci telefonicamente e con la gentilezza e la bontà di cui Giacinto è capace, egli mi ha spiegato alcune cose in merito, dico alcune perchè in realtà la conversazione ha avuto molti altri argomenti come del resto era normale che fosse. Sto quindi studiando tutto il materiale da voi sottoposto. Quindi ringrazio te, Nicola ed il fratello Giacinto e vi saluto caramente nel Signore,
    Fabrizio

_____________________________________________________________________________
In questa sezione puoi lasciare dei commenti che vi ricordo su questo blog sono moderati, cioè soggetti all'approvazione dell'amministratore.
I commenti che lascerete NON SARANNO fatti passare se sono ANONIMI (cioè privi di nome e soprattutto COGNOME) oppure se sono commenti OFFENSIVI, VOLGARI o INSENSATI.

Vedi anche: "Avviso ai visitatori"