Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Confutazione dell’eresia distruttiva secondo cui Paolo annunciava tre vie di salvezza

 

Share

aprile 28th, 2016 Posted by | Confutazioni, Gabriele Boccaccini, Giancarlo Rinaldi, Massoneria | one comment

One Response to “● Confutazione dell’eresia distruttiva secondo cui Paolo annunciava tre vie di salvezza”

  1. Si, la salvezza la si ottiene tramite fede, ma la fede deve essere ferrea, tale da spingerti a preferire la tua stessa morte al rinnegamento di Nostro Signore. Un esempio che in futuro potrebbe rivelarsi anche concreto: se un fanatico islamico irrompesse a casa armato, intimandoti di rinnegare Gesù come unico Vero Figlio dell’Iddio vivente, il tuo assassinio sarebbe preferibile; in poche parole, tra Cristo e la tua stessa vita, devi scegliere Cristo. Tutrti siamo salvati per fede e non per opere.

    Per quanto riguarda la legge, essa rimane importante, perché, in alcuni passi, si capisce che alcuni saranno puniti più di altri, quindi, visto che Dio è equo, è possibile che più si è santi, più si ottenga un tesoro nel Regno di Dio.

    Sempre rimanendo in tema legge: ma è vero che un peccato vale l’altro? Le stesso Gesù, quando gli fu posta la questione disse: “29 E Gesù gli rispose: «Il primo comandamento di tutti è: “Ascolta, Israele: Il Signore Dio nostro è l’unico Signore”, 30 e: “Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Questo è il primo comandamento. 31 E il secondo è simile a questo: “Ama il tuo prossimo come te stesso”. Non vi è alcun altro comandamento maggiore di questi».

    Qual’è la sua opinione? Cristo ha realmente annunciato quelli che sono i più importati comandamenti di tutti, o ha semplicemente riunito tutti le 10 leggi di Mosè in due comandamenti completi?

    Perché, se ci pensa, chi ama realmente il Signore, non ha altri idoli al di fuori di Lui, e non gli manca MAI di rispetto.

    E ovviamente, chi ama realmente il prossimo, non lo froda, non gli mente, non gli ruba, non desidera ciò che è suo, non commette adulterio (disonorando moglie e marito) e naturalmente non lo uccide.

_____________________________________________________________________________
In questa sezione puoi lasciare dei commenti che vi ricordo su questo blog sono moderati, cioè soggetti all'approvazione dell'amministratore.
I commenti che lascerete NON SARANNO fatti passare se sono ANONIMI (cioè privi di nome e soprattutto COGNOME) oppure se sono commenti OFFENSIVI, VOLGARI o INSENSATI.

Vedi anche: "Avviso ai visitatori"