Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● La Top Ten delle accuse ai “buttindari”…

accusatoriLa Top Ten delle accuse ai “buttindari” con relative risposte e semplici confutazioni.

Come ogni classifica che si rispetti parto dal fondo fino a svelare la posizione numero 1…

Le accuse sono scritte in modo anche grammaticalmente grossolano così come solitamente ci pervengono…

___________________________________

10) State sempre davanti a un pc

9) Credete che solo voi vi salvate

8) Siete farisei

7) Ci volete riportare sotto la legge di Mosè

6) Volete far diventare le donne come le suore

5) Credete che siamo tutti dei robots che Dio ci manipola

4) Siete un setta

3) Non avete ammore

2) State sempre a giudicare

1) Seguite a un uomo e no a Gesù

 

Le mie personali risposte:

Leggi tutto… “● La Top Ten delle accuse ai “buttindari”…”

aprile 27th, 2018 Posted by | Confutazioni, Mario Prospero | 2 comments

● TRE giorni e TRE notti…

Share

aprile 2nd, 2018 Posted by | Bibbia, Intoppi Scritturali | 2 comments

● Vincenzo Saladino: “Per gli Ebrei non è cambiato nulla…”

 

Share

marzo 24th, 2018 Posted by | Apostasia, Comunione Pastorale Torinese (CPT), Vincenzo Saladino | no comments

● Enzo Incontro mente contro la verità, guardatevi da lui

 

Share

marzo 19th, 2018 Posted by | Enzo Incontro, Falsi insegnamenti | no comments

● Strega in classe invoca gli spiriti: genitori all’oscuro

 

Share

marzo 19th, 2018 Posted by | Occultismo e Spiritismo, Ramona Parenzan, Stregoneria | 2 comments

● Catania: il patto massonico tra le Chiese Evangeliche ed Ebrei

 

Share

febbraio 26th, 2018 Posted by | Assemblee di Dio in Italia, Chiesa 'Gesù Cristo è il Signore', Enzo Incontro, Lirio Porrello, Ottavio Prato, Paolino Baldari, Paolo Lombardo, Paul Schafer, Pietro Varrazzo | no comments

● Riprensione rivolta a Ottavio Prato

ottavioprato

Questa è la trascrizione del comunicato letto in un video il 24 febbraio 2018 da Ottavio Prato (https://www.facebook.com/ChiesaGCSCatania/videos/1820156071351631/), pastore della Chiesa Evangelica Pentecostale «Gesù Cristo è il Signore» che si raduna in Viale Lainò a Catania, in merito alla rimozione della scritta «Gesù Cristo è il Signore» presente all’interno del locale di culto in occasione della conferenza «Uniti verso la radice» (tenutasi in Viale Lainò il 19 febbraio 2018) durante la quale Ottavio Prato e tanti altri pastori (tra cui Paolo Lombardo, della Chiesa ADI di Catania che si raduna in Via Susanna) hanno firmato un patto commerciale con degli Ebrei che negano che Gesù è il Cristo, Ebrei rappresentati da Yochai Damari, presidente del consiglio regionale (ebraico) della regione di Hebron, che è venuto in Sicilia per guadagnarsi l’appoggio di tanti pastori per contrastare il BDS, che sta per «Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni» (in inglese: Boycott, Divestment and Sanctions), che è una campagna globale di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele, e portare in Israele migliaia di turisti italiani.

«Mi scuso se leggo ma non vorrei dimenticare qualcosa. Con questo mio comunicato non voglio difendermi da chi attacca alle spalle e senza il minimo amore per il popolo di Dio e la Sua Chiesa, e neanche vuole essere lettera di scuse verso chi non conosco e non conosce veramente quanto accaduto. Ma una condivisione con chi amiamo e si sarà fatto delle domande.

Prima di tutto, voglio fare delle premesse. L’evento non era religioso, ma una dimostrazione di amore della Chiesa Cristiana Evangelica verso Israele. Nonostante questo, un’ora prima quando la diretta video non era ancora cominciata, come credenti ci siamo riuniti ed abbiamo lodato Dio con canti e preghiera affinché Dio potesse rivelare e aprire i cuori del popolo d’Israele, affinché comprendano che la salvezza viene attraverso la nuova nascita in Cristo Gesù, come Gesù dichiarò a Nicodemo. Questa è la preghiera che da più di quarant’anni, la Chiesa «Gesù Cristo è il Signore» fa ogni martedì nella riunione di preghiera. Inoltre durante l’evento vi era un gruppo di intercessori nei locali della Chiesa che pregava Dio per il governatore e i suoi accompagnatori che fossero toccati dallo Spirito Santo.

Detto questo non è mia abitudine rispondere contro accuse fatte sui social perché la Bibbia ci insegna che se hai qualcosa contro tuo fratello, devi parlarne con lui, se non ti ascolta vai con un altro fratello e se non ti ascolta ancora dillo alla Chiesa.

Oggi purtroppo sui social si accusano fratelli senza sentire l’altra campana. Il mio padre spirituale Filippo Wiles mi ha insegnato a non difendere le mie convinzioni spirituali perché il tempo darà ragione o torto. Desidero rispondere anche per giustizia nei confronti del popolo d’Israele a cui sono state rivolte delle accuse ingiuste.

Per l’organizzazione di questo incontro eravamo presenti diversi pastori della città metropolitana di Catania e il coordinatore dell’evento, con i quali all’unanimità abbiamo sentito di fare l’incontro in una chiesa evangelica e non in un luogo neutro, perché era una dimostrazione di amore della Chiesa Cristiana Evangelica verso Israele.

Per motivi vari, ad una settimana dall’evento, è stato deciso di spostare lo stesso in Viale Lainò. Il coordinatore il giorno dopo mi telefonava dicendomi che il rabbino capo della Giudea aveva visto nel sito della Chiesa di Viale Lainò, sia all’ingresso che all’interno, la scritta «Gesù Cristo è il Signore». A questo punto il coordinatore suggeriva di togliere la scritta perché poteva essere un problema per il governatore a causa della cultura ebraica. Quindi ho risposto al coordinatore che non avrei tolto la scritta; per me era così, altrimenti non se ne faceva niente. Dopo avere chiuso la telefonata, come mia abitudine mi sono messo in preghiera e mentre pregavo il Signore mi metteva davanti il passo della Scrittura di Atti 10: Cornelio e Pietro. Episodio in cui Dio dice a Pietro: ‘Ammazza e mangia’, riferito ad un lenzuolo che scendeva e c’erano dei cibi impuri per gli Ebrei. Voi conoscete la storia. Dopo un buon tempo di preghiera telefono al coordinatore dicendo quello che lo Spirito Santo mi aveva detto in preghiera ed ero disposto ad ascoltare la voce di Dio.

Alla fine della giornata ricevevo la telefonata del coordinatore che mi comunicava che il rabbino capo era rimasto sorpreso che un pastore cristiano evangelico per amore di Israele fosse disposto a togliere la scritta in casa sua. Lo stesso rabbino affermava che non era giusto rimuovere la scritta e che poteva rimanere al suo posto, pur sapendo che questo avrebbe potuto creare dei problemi al governatore. Perché l’evento in diretta sarebbe stato seguito anche da personalità israeliane.

Ma lo Spirito Santo mi aveva parlato chiaro. Dopo più di vent’anni di ministerio, conosco la voce e tante volte ho ascoltato la voce dello Spirito Santo. Quello che ho sentito in questa occasione è stato ‘Togli la scritta! Io vivo nei cuori’. Così ho tolto la scritta interna, lasciando quella esterna!

Il coordinatore dopo l’evento, mentre ci trovavamo al ristorante mi diceva che prima di entrare in Chiesa, sentiva delle vibrazioni, parole sue. E che non sapeva spiegarsi. Io so spiegarmi le vibrazioni e spero che anche voi.

Dopo questo il governatore ha pregato per noi chiedendo a Dio una benedizione per dei Cristiani che hanno ospitato e accolto dei rappresentanti di Israele.
So che questo ha portato un’apertura nel mondo ebraico. In questi giorni hanno chiesto ad un rabbino se un ebreo può entrare in una Chiesa Cristiana Evangelica e lui venendo qui in Italia ha risposto: ‘Secondo la legge no, ma c’è una bellissima apertura del mondo cristiano evangelico’ ed ha incoraggiato gli altri Ebrei a poter entrare nei luoghi di culto insieme ai loro figli.

Chiedo scusa se il mio gesto ha scandalizzato qualcuno o se ho turbato le loro coscienze. Di certo con un tale gesto non abbiamo cambiato la nostra dottrina e non ci siamo piegati al volere di nessun uomo. Scusate, ma ho preferito ascoltare Dio e non deluderlo. So che questo avrà deluso sicuramente altri. Ma Dio abbia misericordia prima di noi, e poi di quanti hanno strumentalizzato questa cosa senza conoscere i retroscena ma solo perché superficialmente si crede a tutto ciò che si vede su Internet.

Dio ci benedica nel nome glorioso di Gesù Cristo, il Signore dei signori, che vive nei cuori. Vostro in Cristo, Ottavio Prato»

Trascrizione fatta dal video guardabile qua (scaricabile o visibile anche qui – N.d.R.).

 

E questa è la mia riprensione rivolta ad Ottavio Prato.

Allora, Ottavio

TU DICI: Mi scuso se leggo ma non vorrei dimenticare qualcosa. Con questo mio comunicato non voglio difendermi da chi attacca alle spalle e senza il minimo amore per il popolo di Dio e la Sua Chiesa, e neanche vuole essere lettera di scuse verso chi non conosco e non conosce veramente quanto accaduto. Ma una condivisione con chi amiamo e si sarà fatto delle domande.

IO TI DICO: Leggi tutto… “● Riprensione rivolta a Ottavio Prato”

febbraio 25th, 2018 Posted by | Confutazioni, Esortazioni, Ottavio Prato | no comments

● Un patto maledetto da Dio

 

Share

febbraio 22nd, 2018 Posted by | Assemblee di Dio in Italia, Ebrei, Lirio Porrello, Massoneria, Paolo Lombardo, Parola della Grazia, PDG | one comment

● GRAVE SCANDALO A CATANIA! La Chiesa Evangelica Pentecostale ha ubbidito agli Ebrei togliendo la scritta: «Gesù Cristo è il Signore»!

 

Share

febbraio 22nd, 2018 Posted by | Confutazioni, Ebrei, Massoneria, Ottavio Prato | no comments

● In merito agli Ebrei e al moderno Stato d’Israele

statoisraele

Voglio dire alcune cose che ritengo doverose sugli Ebrei e sullo Stato d’Israele.

1) Non odio gli Ebrei, anzi – come tutti ne siete testimoni – procaccio il loro bene perché predico loro il ravvedimento e la Buona Novella che Gesù è il Cristo e prego per la loro salvezza. Questo è lo stesso sentimento che nutro verso i Gentili. Ho condannato pubblicamente l’odio di Lutero e la sua incitazione a fare del male agli Ebrei, per cui non tollero che si mostri odio verso gli Ebrei, anzi non tollero neppure che si dia l’apparenza di odiarli. La Scrittura ci ordina di astenerci da ogni mala apparenza (cfr. 1 Tessalonicesi 5:22).

2) So bene che gli Ebrei ci odiano e ci disprezzano a motivo della nostra fede in Gesù Cristo, e che in Israele gli Ebrei ortodossi con la complicità delle autorità perseguitano i nostri fratelli Ebrei di nascita che hanno creduto che Gesù è il Messia, ma mi sono sempre studiato di non contraccambiarli con l’odio e neppure con il disprezzo.

Io imito l’apostolo Paolo, quindi non c’è spazio nel mio cuore per l’odio verso gli Ebrei, come neppure verso chi non è Ebreo.

Ricordiamoci che Paolo, che era perseguitato dagli Ebrei, tanto che cercarono di ucciderlo diverse volte, diceva: “Io dico la verità in Cristo, non mento, la mia coscienza me lo attesta per lo Spirito Santo: io ho una grande tristezza e un continuo dolore nel cuor mio; perché vorrei essere io stesso anatema, separato da Cristo, per amor dei miei fratelli, miei parenti secondo la carne, che sono Israeliti, ai quali appartengono l’adozione e la gloria e i patti e la legislazione e il culto e le promesse; dei quali sono i padri, e dai quali è venuto, secondo la carne, il Cristo, che è sopra tutte le cose Dio benedetto in eterno. Amen” (Romani 9:1-5).

E chi ha detto queste cose è lo stesso che ha detto ai santi di Tessalonica che i Giudei “hanno ucciso e il Signor Gesù e i profeti, hanno cacciato noi, e non piacciono a Dio, e sono avversi a tutti gli uomini, divietandoci di parlare ai Gentili perché sieno salvati. Essi vengon così colmando senza posa la misura dei loro peccati; ma ormai li ha raggiunti l’ira finale” (1 Tessalonicesi 2:15-16). Quindi, badate a voi stessi, e stroncate sul nascere qualsiasi tipo di odio verso gli Ebrei.

3) La storia della Chiesa insegna che ad un certo punto la Chiesa che nel primo secolo era stata perseguitata dagli Ebrei, si mise a perseguitare gli Ebrei e queste persecuzioni sono state e sono d’intoppo a tanti Ebrei. Esorto a non seguire le orme di coloro che definendosi Cristiani hanno perseguitato gli Ebrei. E’ meglio che siate perseguitati dagli Ebrei, come lo furono gli apostoli. In questa maniera avrete modo di rallegrarvi. Ma se vi mettete a perseguitare gli Ebrei, farete una cosa malvagia agli occhi di Dio che vi castigherà.

Gesù ci ha ordinato questo: “Amate i vostri nemici; fate del bene a quelli che v’odiano; benedite quelli che vi maledicono, pregate per quelli che v’oltraggiano” (Luca 6:27-28). Quindi sappiamo come dobbiamo comportarci anche verso quegli Ebrei che sono nostri nemici, che ci odiano, che ci maledicono e che ci oltraggiano. Così si è comportato l’apostolo Paolo, “Ebreo d’Ebrei” (Filippesi 3:5), verso gli Ebrei di collo duro, incirconcisi di cuore e di orecchi, che lo odiarono e procacciarono il suo male, cercando persino di ucciderlo a motivo di Gesù Cristo. Imitatelo!

Leggi tutto… “● In merito agli Ebrei e al moderno Stato d’Israele”

febbraio 22nd, 2018 Posted by | Confutazioni, Insegnamenti, Israele | no comments

● Le ADI negano che i Giudei hanno ucciso il Signore Gesù

Il primo Aprile 2017 presso il locale di culto ADI di Via Susanna a Catania, il pastore Luc Henrist, parlando degli Ebrei, ha detto che l’idea che gli Ebrei hanno ucciso Gesù è una falsa idea, infatti ha affermato:

«Tanta gente pensa per esempio che gli Ebrei hanno ammazzato Gesù. Se leggiamo bene la Bibbia vediamo che non sono gli Ebrei ad avere messo Gesù sulla croce, erano i soldati romani»

(video integrale https://youtu.be/A8fhoVSoHKw)

 

Idea falsa quella che sostiene che gli Ebrei hanno ucciso Gesù?

No, semmai l’idea falsa è quella che sostiene che gli Ebrei non hanno ucciso Gesù, infatti l’apostolo Pietro – che era ebreo di nascita – disse il giorno della Pentecoste a degli Ebrei a Gerusalemme:

“Uomini israeliti, udite queste parole: Gesù il Nazareno, uomo che Dio ha accreditato fra voi mediante opere potenti e prodigî e segni che Dio fece per mezzo di lui fra voi, come voi stessi ben sapete, quest’uomo, allorché vi fu dato nelle mani, per il determinato consiglio e per la prescienza di Dio, voi, per man d’iniqui, inchiodandolo sulla croce, lo uccideste” (Atti 2:22-23);

e in seguito sempre a degli Ebrei disse a Gerusalemme:

“L’Iddio d’Abramo, d’Isacco e di Giacobbe, l’Iddio de’ nostri padri ha glorificato il suo Servitore Gesù, che voi metteste in man di Pilato e rinnegaste dinanzi a lui, mentre egli avea giudicato di doverlo liberare. Ma voi rinnegaste il Santo ed il Giusto, e chiedeste che vi fosse concesso un omicida; e uccideste il Principe della vita, che Dio ha risuscitato dai morti; del che noi siamo testimoni” (Atti 3:13-15).

E sempre Pietro, disse ai capi sacerdoti e gli anziani (che erano Ebrei):

“… se siamo oggi esaminati circa un beneficio fatto a un uomo infermo, per sapere com’è che quest’uomo è stato guarito, sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d’Israele che ciò è stato fatto nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso, e che Dio ha risuscitato dai morti; in virtù d’esso quest’uomo comparisce guarito, in presenza vostra” (Atti 4:9-10).

E Stefano davanti al Sinedrio giudaico disse:

“Gente di collo duro e incirconcisa di cuore e d’orecchi, voi contrastate sempre allo Spirito Santo; come fecero i padri vostri, così fate anche voi. Qual dei profeti non perseguitarono i padri vostri? E uccisero quelli che preannunziavano la venuta del Giusto, del quale voi ora siete stati i traditori e gli uccisori” (Atti 7:51-52).

Ed infine l’apostolo Paolo, anche lui ebreo come Pietro, dice ai Tessalonicesi che i Giudei “hanno ucciso e il Signor Gesù e i profeti” (1 Tessalonicesi 2:15).

Dunque, fratelli, credete a quello che sta scritto nella Bibbia, e rigettate questa ennesima menzogna insegnata dalle ADI.

La grazia del Signore sia con voi

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2017/04/02/le-adi-negano-che-i-giudei-hanno-ucciso-il-signore-gesu/

_________________________________________

Quelli che seguono sono alcuni commenti tratti dalla pagina web dell’articolo, tra cui l’intervento dello stesso Luc Henrist:

29 Responses to Le ADI negano che i Giudei hanno ucciso il Signore Gesù

Leggi tutto… “● Le ADI negano che i Giudei hanno ucciso il Signore Gesù”

febbraio 22nd, 2018 Posted by | Ebrei, Ebrei Messianici, Luc Henrist | no comments

● Come i lupi usano la Scrittura

comeilupi

 

Anche i lupi usano la Scrittura, ma la usano per indurre i santi a ribellarsi alla Parola di Dio e rigettarla. Infatti usano i seguenti versetti biblici per i seguenti motivi.


“Infatti, quando i Gentili che non hanno legge, adempiono per natura le cose della legge, essi, che non hanno legge, son legge a se stessi; essi mostrano che quel che la legge comanda è scritto nei loro cuori per la testimonianza che rende loro la coscienza, e perché i loro pensieri si accusano od anche si scusano a vicenda” (Romani 2:14-15), per indurli a credere che all’infuori di Gesù c’è salvezza (e quindi gli Ebrei, i Mussulmani, i Buddisti, i Taoisti, etc. si salvano senza credere che Gesù è il Cristo), quando invece noi sappiamo che “in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati” (Atti 4:12) e che “chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16). Per costoro dunque Gesù non è il Salvatore del mondo, ma uno dei tanti salvatori, e quindi non è il Cristo.

“Dio è amore” (1 Giovanni 4:8), per indurli a credere che Dio non odia nessuno, non è adirato con nessuno e non castiga nessuno, quando invece noi sappiamo che Dio odia “tutti gli operatori d’iniquità” (Salmo 5:5), “s’adira ogni giorno” (Salmo 7:11), “castiga le nazioni” (Salmo 94:10), e “flagella ogni figliuolo ch’Egli gradisce” (Ebrei 12:6).

“Dov’è lo Spirito del Signore, quivi è libertà” (2 Corinzi 3:17), per indurli a credere che sono liberi di divertirsi e di peccare, quando noi sappiamo che è scritto: “Non fate della libertà un’occasione alla carne” (Galati 5:13) ed anche: “Così dunque, fratelli, noi siam debitori non alla carne per viver secondo la carne; perché se vivete secondo la carne, voi morrete” (Romani 8:12-13).

“Coi Giudei, mi son fatto Giudeo, per guadagnare i Giudei” (1 Corinzi 9:20), per indurli a conformarsi al presente secolo malvagio (ricorrendo a scene teatrali, mimi, pupazzi, musica rock etc.) quando invece è scritto: “Non vi conformate a questo secolo” (Romani 12:2).

“Non siate d’intoppo né ai Giudei, né ai Greci, ….” (1 Corinzi 10:32), per indurli a credere che rivolgere ai peccatori questo messaggio: “Ravvedetevi e credete all’evangelo” (Marco 1:15), significa essere loro d’intoppo!

“Chiunque manda via sua moglie, quando non sia per cagion di fornicazione, e ne sposa un’altra, commette adulterio” (Matteo 19:9), per indurre i divorziati a risposarsi e commettere quindi adulterio perché è altresì scritto: “Chiunque manda via la moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio” (Luca 16:18).

“Siate dunque prudenti come i serpenti” (Matteo 10:16), che però da loro viene citato così ‘Siate dunque astuti come i serpenti’, per indurre i santi ad essere astuti, e quindi a frodare lo Stato e il prossimo con ogni sorta di inganno e di menzogna. Costoro dunque hanno mutato la prudenza in astuzia, e questo perché sono servitori del serpente antico che “sedusse Eva con la sua astuzia” (2 Corinzi 11:3).

Leggi tutto… “● Come i lupi usano la Scrittura”

febbraio 22nd, 2018 Posted by | Confutazioni, Esortazioni | no comments

● Menzogne penetrate nelle Chiese per mano dei massoni

menzogne-massoniLe seguenti menzogne sono state introdotte dai massoni nelle Chiese:

La Scrittura non è la Parola di Dio
L’Iddio dell’Antico Testamento è un Dio malvagio
Gesù di Nazareth non è il Cristo
C’è salvezza fuori di Gesù Cristo
Siamo liberi di trasgredire i comandamenti di Cristo
Alla fine Dio salverà tutti

Condannatele e confutatele privatamente e pubblicamente, e guardatevi e ritiratevi da tutti coloro che le insegnano e le hanno accettate.

 

Leggi tutto… “● Menzogne penetrate nelle Chiese per mano dei massoni”

febbraio 8th, 2018 Posted by | Massoneria | no comments

● I pastori ADI e la Bibbia … così parlò Archetto Brasiello

archetto-brasiello-bibbia

Archetto Brasiello, pastore della Chiesa Cristiana Evangelica A.D.I. di Velletri, Anzio e Lariano (RM), durante una sua predicazione datata 1 gennaio 2018 ha detto: «… la Bibbia, la devo leggere per forza, so’ pastore, vorrei non leggerla ma la devo leggere perché per predicare la devi leggere … » (https://youtu.be/WtCu4Umfo0U).

Il Brasiello ha espresso quello che è un sentimento comune nelle ADI tra il corpo pastorale. Altri pastori ADI non lo dicono magari come lo ha detto chiaramente Archetto Brasiello (e sono pure capaci a rimproverarlo in privato per avere detto pubblicamente ciò!!!), ma lo pensano perché sono pienamente d’accordo con lui.

Quindi la Bibbia i pastori ADI sono costretti a leggerla per poter predicare, cosa peraltro che non sono in grado di fare. Farebbero tranquillamente a meno di leggerla, ma sono costretti a farlo dal «mestiere» che hanno scelto di fare, già «mestiere» perché non sono stati costituiti pastori da Dio ma da una organizzazione che è al servizio dello Stato; quindi sono pastori per volontà d’uomo e non per volontà di Dio!

Per i pastori ADI è un «mestiere» – sotto la presidenza di Francesco Toppi c’era la corsa a fare il pastore – e difatti si vede e si sente che non sono stati chiamati da Dio a pasturare il gregge di Dio. Sono le loro opere e le loro parole che lo confermano chiaramente.

Che sia un mestiere nelle ADI è confermato dal fatto che il pastorato nelle ADI si trasmette come un mestiere da padre in figlio, e non è affatto considerato un dono del Signore. Ci sono infatti alcune famiglie che hanno parecchi pastori e sono quindi quelle più potenti nelle ADI, potenza che fanno valere nei Comitati di Zona e quando ci sono le elezioni dei membri del Consiglio Generale delle Chiese!

Ecco dunque perché tra i pastori ADI manca l’amore e il rispetto verso la Parola di Dio. Essi non sono stati costituiti pastori da Dio!

Ma grazie a Dio adesso tanti fratelli se ne stanno accorgendo. Peraltro sono persuaso che se qualcuno in seno alle ADI è stato chiamato da Dio a fare il pastore, Dio gli ordinerà di uscire da questa organizzazione perché questa organizzazione ha rigettato la dottrina degli apostoli. I pastori ADI infatti non trasmettono la dottrina degli apostoli, ma la dottrina delle ADI. Un credente chiamato da Dio a fare il pastore non può quindi adempiere il suo ministerio nelle ADI perché le ADI fanno rigettare la dottrina degli apostoli ai loro pastori!

Fratelli, che frequentate Chiese ADI, torno a dirvelo, uscite e separatevi dalle ADI. Ne avrete del bene.

Leggi tutto… “● I pastori ADI e la Bibbia … così parlò Archetto Brasiello”

febbraio 8th, 2018 Posted by | Archetto Brasiello, Assemblee di Dio in Italia | no comments

● Lo show del «comico» Archetto Brasiello

Il primo gennaio 2018 il «comico» Archetto Brasiello ha tenuto un discorso nel locale di culto di una Chiesa ADI di Bari. Ho raccolto in un video le parti di questo suo discorso che ritengo le più significative.

Spero che questo video contribuisca ad aprire gli occhi e sturare le orecchie a tanti membri delle ADI, e a farli uscire e separare da questa organizzazione religiosa che ha rigettato la dottrina degli apostoli.

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2018/01/07/lo-show-del-comico-archetto-brasiello/

Commenti sul mio video contro Archetto Brasiello

Alcuni commenti sulla pagina «Cristiani d’Italia» che mostrano come il mio giudizio su Archetto Brasiello (pastore fatto dall’organizzazione ADI) e quelle parti della sua predicazione dove buffoneggia e dice menzogne (https://youtu.be/WtCu4Umfo0U) è condiviso pubblicamente anche da altri.

Peraltro mi risulta che nelle ADI tanti sono rimasti sconcertati e indignati dinnanzi alla stoltezza di questo uomo. Sì stoltezza, così la chiama la Sacra Scrittura. Leggi tutto… “● Lo show del «comico» Archetto Brasiello”

febbraio 8th, 2018 Posted by | Archetto Brasiello, Assemblee di Dio in Italia | no comments

● Perché la Chiesa non deve chiedere allo Stato beni confiscati alla criminalità organizzata

nobeniLa Chiesa non deve chiedere allo Stato di farsi assegnare beni confiscati alla criminalità organizzata innanzi tutto perché la Chiesa non deve scendere in Egitto in cerca di soccorso (cfr. Isaia 31:1), e quindi per adempiere la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di lei la Chiesa non deve chiedere allo Stato (o meglio elemosinare) dei beni materiali siano essi mobili che immobili ma deve appoggiarsi sulle offerte volontarie dei propri membri e confidare in Dio affinché supplisca ad ogni suo bisogno; e poi perché i beni confiscati alla criminalità organizzata sono beni di origine illecita (rubati, estorti, comprati con soldi sporchi, etc.) e se la Scrittura dice: “Non porterai nella casa dell’Eterno, del tuo Dio, la mercede d’una meretrice” (Deuteronomio 23:18) è evidente che la Chiesa non deve incamerare beni macchiati dall’iniquità o di origine illecita, e poi perché la Chiesa, facendosi assegnare dei beni confiscati, si andrebbe ad esporre volontariamente a minacce o richieste di denaro (pizzo) o attentati da parte dei criminali ai quali sono stati confiscati i beni.

Qui di seguito metto due dei tanti casi che mostrano quanto sia pericoloso farsi assegnare beni confiscati alla criminalità organizzata.

Leggi tutto… “● Perché la Chiesa non deve chiedere allo Stato beni confiscati alla criminalità organizzata”

dicembre 28th, 2017 Posted by | Confutazioni, Esortazioni | no comments

● Grave scandalo in una Chiesa Pentecostale di Giugliano (Napoli)

Napoli-scandalo27/12/2017 – Pubblico questa lettera di Nicola Zara, membro di una Chiesa Evangelica Pentecostale di Giugliano (Napoli), perché ritengo che quello che è avvenuto è molto grave.

Le accuse contenute nella lettera – che Nicola Zara ha già consegnato a centinaia di persone – sono confermate da tanti membri di questa Chiesa. Il comportamento di questo «pastore» è la conferma di quanto andiamo dicendo da tanti anni, e cioè che dietro tanti pulpiti si annidano servitori di Mammona e non del nostro Signore Gesù Cristo, dai quali bisogna guardarsi e ritirarsi.

Esorto quindi tutti i membri di questa Chiesa ad avere un medesimo sentimento e parlare in merito a questa storia, e quindi a ritirarsi da questo servitore di Mammona.     (Giacinto Butindaro)


_____________

AGGIORNAMENTO – 09/01/2018

Leggete successivamente l’aggiornamento riguardante Antonio Romeo, «pastore» della Chiesa di Giugliano (Napoli), perchè è davvero scandaloso e vergognoso!

_____________

Lettera aperta alla mia comunità, chiesa evangelica pentecostale di Giugliano

Pace, sono il fratello Nicola Zara , ho sentito il bisogno di mettervi al corrente di tutto quanto, perché si è superato ogni misura, minacce alla mia famiglia, anche alle mie figlie senza aver potuto dire quanto mi sento a disagio per aver fatto quello, che altri avrebbero dovuto fare prima di me. Non sto mancando di rispetto a nessuno, ma non voglio mancare di rispetto a Dio che ci obbliga a dire la verità, a pentirci e ad accogliere la punizione a cui nessuno è esente.

Ho scelto di scrivere perché fino ad oggi a noi comuni mortali è stata negata la libertà di parlare e di chiedere. Quando dobbiamo donare, siamo un solo corpo una sola famiglia, quando abbiamo il diritto di sapere la verità, siamo soltanto pecore ignoranti che non devono sapere.

Sei anni fa, circa, ricevo l’incarico di mettere ordine nella contabilità della chiesa (da precisare senza compenso per mia volontà). Essendo un ragioniere ero qualificato per svolgere tale compito. Dopo un certo tempo, oltre a notare molte irregolarità nell amministrazione, ho rilevato alcuni illeciti riguardanti il pastore. Più volte ho consigliato al pastore di sistemare queste tante irregolarità sulla contabilità della chiesa ma non ha mai voluto ascoltare.

Mentre cercavo di catalogare tutta la documentazione, mi ritrovo una cartellina con all’interno tante buste paga e cud intestati ad un’impresa dove figurava il pastore come dipendente. Un’assunzione Falsa con contributi falsi (cioè senza essere realmente un dipendente).

Ho notato che questa situazione durava da 13 anni circa (dal 1999). Nella mia perplessità vado a chiedere direttamente al pastore di questa situazione e lui mi rispose che lo stava facendo per la moglie per rimanergli una pensione nel caso fosse deceduto prima lui. Gli dissi che non mi sembrava una cosa legale e lui mi rispose che già anni prima una sorella che lavora all’inps gli disse che non era buono farlo. Quindi nella speranza e fiducia che un semplice credente ha verso il proprio pastore credetti che non avrebbe continuato in quell’errore che offendeva il Signore.

Gli anni passavano ed io facevo la contabilità ma era inutile: lui non voleva mai fare il bilancio. Come ben sapete sono più di 10 anni che in chiesa non si fa più il bilancio, lui si giustificava dicendo che se i credenti avessero saputo che i bilanci della chiesa fossero in attivo non avrebbero più donato come prima.

Dopo aver assistito a tante irregolarità amministrative, che forse nemmeno nel mondo troviamo, decisi di non svolgere più il compito che mi era stato assegnato, perché mi dicevo è tutto inutile, e mi limitavo solo a fare le ricevute ai fratelli che donavano alla comunità tramite assegno o bonifico.

Leggi tutto… “● Grave scandalo in una Chiesa Pentecostale di Giugliano (Napoli)”

dicembre 27th, 2017 Posted by | Antonio Romeo, Pentecostali | no comments

● Per i membri delle ADI che come al solito non ne sapevano nulla: ecco il vostro presidente a quali convegni partecipa!


Per i membri delle ADI che come al solito non ne sapevano nulla: ecco il vostro presidente Felice Antonio Loria a quali convegni ecumenici partecipa!

_________________________________________________

convegno-unifortunato-loriaOltre 400 convegnisti alla IV Giornata di Studi organizzata dall’Unifortunato sulla libertà religiosa

nov 26, 2017

«Di grande interesse la tavola rotonda alla quale hanno preso parte i rappresentanti di alcune delle confessioni religiose presenti sul territorio nazionale che hanno parlato delle loro esperienze relative ad alcune problematiche inerenti l’esercizio di libertà religiosa ritenute da loro fondamentali.

Protagonisti di questo confronto il pastore Felice Antonio Loria presidente delle assemblee di Dio in Italia, l’avvocato Giorgio Raspa presidente dell’Unione buddista italiana, la pastora Kirsten Thiele della Chiesa evangelica Luterana in Italia, il pastore Luca Anziani vice moderatore della tavola Valdese, l’Imam Massimo Abdallah Cozzolino segretario della Confederazione islamica italiana, Archimandrita Georgios Antonopoulos vicario arcivescovile della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta ed Alessio Sarais vice prefetto aggiunto direzione centrale per gli affari dei culti.

Le principali questioni emerse dal dibattito durante la tavola rotonda hanno riguardato Leggi tutto… “● Per i membri delle ADI che come al solito non ne sapevano nulla: ecco il vostro presidente a quali convegni partecipa!”

dicembre 3rd, 2017 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Ecumenismo, Felice Antonio Loria | no comments

● Alcune domande al presidente delle ADI sull’utilizzo che fanno le ADI dell’8 per mille

adi-8-1000Presidente Felice Antonio Loria, mi rivolgo a lei che è il rappresentante legale delle ADI, per avere un chiarimento in merito ad una questione importante che riguarda l’utilizzo dei fondi dell’8 per mille che voi ricevete dallo Stato.

Sul vostro sito internet leggo quanto segue:

«I proventi dell’otto per mille dell’IRPEF sono utilizzati dalle Chiese Cristiane Evangeliche delle Assemblee di Dio in Italia per attività di assistenza sociale verso l’infanzia bisognosa, gli anziani, verso quanti hanno problemi di dipendenza da droghe, alcool e medicinali, a favore dell’opera rivolta ai sordi italiani, oltre a programmi di aiuto laddove si sono verificate situazioni di emergenza umanitaria»

Leggi tutto… “● Alcune domande al presidente delle ADI sull’utilizzo che fanno le ADI dell’8 per mille”

dicembre 3rd, 2017 Posted by | 8 x mille, ADI (Assemblee di Dio in Italia) | no comments

● Le ADI non sono al servizio di Dio ma di Cesare

 

Share

novembre 21st, 2017 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Amore del denaro, Amore per il denaro, Chiese Evangeliche | no comments

● Le ADI si sono alleate con la Parola della Grazia e la Massoneria ebraica

Notate attentamente cosa vienne detto dal Minuto 5:44:

“…da lì e dal riscatto della Giudea dove verrà ripopolata, non va abbandonata, da lì ritornerà il Messia, NASCERÀ e ritornerà il Messia per l’ultima sua venuta…”.

Ma i veri cristiani il Messia lo attendono dal cielo (Atti 1:11 cfr. Zaccaria 14:3,4; 1 Tessalonicesi 4:16; 2 Tessalonicesi 1:7; Matteo 26:64; Marco 14:62), poichè è Gesù Cristo il Figlio di Dio l’unico vero Messia nato una sola volta, morto e risorto e che non vedrà mai più la morte, che essi attendono per la loro salvezza. Di quale “altro messia” parlano dunque questi della PdG, che dovrà invece “nascere” e ritornare dalla terra di Giudea?! Tutti coloro che non son stati sedotti dal maligno ma son savi poichè guidati dallo Spirito Santo di Dio, intenderanno…

Nicola Iannazzo

**************************************************

Quello che ascolterete in questo video (tratto dal video integrale intitolato «Il passato della Parola di Dio – Apostolo Lirio Porrello – 29 Ottobre 2017» https://youtu.be/7lilOBiwEGk) farà sbigottire e infuriare molti nelle ADI, lo capisco, ma le cose stanno così. Le ADI si sono alleate pure con la Parola della Grazia e la Massoneria ebraica.

D’altronde le ADI sono guidate da persone non convertite a Cristo, pronte a fare alleanze anche con il diavolo in persona.

Ve lo ripeto, fratelli che frequentate Chiese ADI, la Massoneria sta trascinando le ADI verso la religione unica mondiale, ossia il nuovo ordine mondiale. Leggi tutto… “● Le ADI si sono alleate con la Parola della Grazia e la Massoneria ebraica”

novembre 21st, 2017 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Chiesa ‘Parola della grazia’, Massoneria | no comments

● Le ADI in cammino verso la religione unica mondiale: il presidente delle ADI al Consiglio Missionario Mondiale 2017

Fratelli che frequentate le ADI vi confermo che le ADI sono in cammino verso la religione unica mondiale: il presidente delle ADI infatti parteciperà al Consiglio Missionario Mondiale 2017, che si terrà a Roma fra pochi giorni, al quale ci sarà anche Giovanni Traettino, l’amico e fratello del capo della Chiesa Cattolica Romana.

«In occasione del Cinquecentenario della Riforma Protestante, si terrà a Roma dal 16 al 18 Novembre 2017 presso l’Hotel Cristoforo Colombo, l’evento missionario mondiale organizzato dal Concilio Mundial De Misiones.
Sarà una grande opportunità per incontrare e stringere relazioni con Ministri da tutto il mondo, con l’obiettivo comune di promuovere l’unità dei Ministeri ed incoraggiare la passione per il discepolato.
Le tematiche prevalentemente trattate saranno:
• Costituire Reti Missionarie per adempiere, con sempre maggiore efficacia, il grande mandato di Matteo 28:18-20;
• Avvicinarsi alle popolazioni mussulmane come opportunità per l’evangelizzazione;
• Riformulare le 95 tesi della Riforma Protestante rivisitate in chiave aggiornata agli accadimenti moderni ed alla cultura sociale, politica e religiosa dei tempi attuali;
Si accetteranno prenotazioni fino ad esaurimento posti, pertanto, al fine di ottimizzare il servizio, vi preghiamo di comunicare la vostra adesione il prima possibile. Il nostro staff sarà lieto di rispondere ad ogni vostra esigenza. Certi di aver suscitato il vostro interesse, aspettiamo con gioia la vostra partecipazione, porgendo affettuosi e cordiali saluti.»

loria-2017

Fonte: http://roma2017.com/index.php/it/

Ve lo ripeto, uscite e separatevi dalle ADI. La Massoneria sta trascinando le ADI verso il Nuovo Ordine Mondiale.

Leggi tutto… “● Le ADI in cammino verso la religione unica mondiale: il presidente delle ADI al Consiglio Missionario Mondiale 2017″

novembre 21st, 2017 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Assemblee di Dio in Italia, Massoneria | no comments

● L’astuto e fasullo discorso di Felice Antonio Loria, presidente delle ADI

loria-finchecampoIl 12 Marzo 2017 Felice Antonio Loria, il presidente delle ADI, durante una sua predicazione (Giona, Capitolo 4, Versetto 1, http://www.adi-rc.org/audio-predicazioni.html#Audio_prediche) ha fatto un discorso astuto (d’altronde l’astuzia è una caratteristica essenziale da possedere per diventare «pastori» nelle ADI).

Ha detto che fino a che campa non darà mai una risposta a coloro che lo accusano su Internet anche di essere un massone, e questo perché non vuole perdere la beatitudine di Matteo 5:11. Ascoltatelo da voi medesimi.

Leggi tutto… “● L’astuto e fasullo discorso di Felice Antonio Loria, presidente delle ADI”

novembre 21st, 2017 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Felice Antonio Loria, Massoneria | no comments

● Crollo per le ADI nelle scelte espresse valide per l’8 per mille

Vi faccio sapere che le ADI hanno avuto un crollo tra il 2010 e il 2015 nelle scelte espresse valide per l’8 per mille, infatti nel 2010 furono 46.740 mentre nel 2015 sono state 40.572!

adi-crollo

Fonte: Ministero delle Finanze

Come potete vedere, in pochi anni ci sono state 6168 scelte in meno (un calo del 13%) per le ADI!

Se i dati delle scelte del 2015 saranno confermati, ci troveremmo davanti ad un vero e proprio crollo di consensi nei confronti delle ADI.

Chi ha orecchi da udire, oda

Leggi tutto… “● Crollo per le ADI nelle scelte espresse valide per l’8 per mille”

novembre 21st, 2017 Posted by | Assemblee di Dio in Italia | no comments

● La «cattedrale adiana» di Prizzi

cattedrale-prizzi

Ecco la «cattedrale adiana» costruita nel paese di Prizzi (Palermo), contrada Cerasella. Prizzi è un comune di 4.800 abitanti, dove c’è anche una loggia massonica intitolata a Giordano Bruno. Di questo locale di culto delle ADI (la dedicazione è avvenuta nel settembre del 2010 e ne ha dato notizia Nunzio Siragusa sulla rivista Risveglio Pentecostale del Gennaio 2011 a pag. 21) colpisce la grandezza (ma quanti sono i membri, e quanti soldi hanno dovuto sborsare?), nonché l’immancabile simbologia massonica!

Leggi tutto… “● La «cattedrale adiana» di Prizzi”

novembre 21st, 2017 Posted by | Assemblee di Dio in Italia, Massoneria | no comments

● Un massone membro della Chiesa ADI di Vibo Valentia

«TORQUATO PELAGGI figlio del pastore emerito di Vibo Valentia Giuseppe Pelaggi e membro aderente di detta chiesa, nato a Chiaravalle nel 1954 di professione architetto è massone. La prova viene dalla rivista “Erasmo”, il bollettino d’informazione del “Grande Oriente d’Italia” (GOI), Anno XI, Nr 3-4, del 15-28 Febbraio 2010, pp.14-15. Il quadro che si trova dietro il pulpito del locale di culto di Vibo Valentia porta la sua firma.» Questo è quello che leggo sulla pagina Facebook «Info Assemblee di Dio in Italia»

vibo-info

 

Ecco le foto del numero di Erasmo, rivista massonica del GOI, dove viene attestato che Torquato Pelaggi è massone. Leggi tutto… “● Un massone membro della Chiesa ADI di Vibo Valentia”

novembre 7th, 2017 Posted by | Assemblee di Dio in Italia, Massoneria | no comments