Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Il presepio è una forma di idolatria; e perciò non va fatto

Fuggite l’idolatria

(99 minuti – scarica mp3)


Cattolici Romani, l’idolatria è in abominio a Dio

(21 minuti – scarica mp3)


Risposte da dare ai Cattolici Romani sulle cosiddette statue e immagini sacre

(96 minuti – scarica mp3)


_____________________________________

Fare il presepio a molti potrà sembrare un segno di grande devozione verso il Salvatore, potrà sembrare bello quanto si vuole, ma sta di fatto che si oppone alla Scrittura perché implica la trasgressione del comando di Dio di non farsi immagini e sculture alcune.

Infatti nel secondo comandamento (che la Chiesa Cattolica Romana ha ha tolto dal decalogo per non fare apparire le cosiddette statue e immagini sacre come degli idoli in abominio a Dio), l’Onnipotente Iddio ordina categoricamente:

“Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti” (Es. 20:4-6)

Per questa ragione questa usanza va rigettata.

Diletti, ricordatevi pure Leggi tutto… “● Il presepio è una forma di idolatria; e perciò non va fatto”

dicembre 16th, 2012 Posted by | Adorare Iddio, Adorazione dovuta a Dio, Cattolicesimo Romano, Chiesa Battista, Chiesa Cattolica Romana, Chiesa Luterana, Chiesa Riformata, Chiesa Riformata Battista, Chiese Metodiste, Culto a Maria, Culto ai Santi, Eresie, Eresie di perdizione, Falsi insegnamenti, Idolatria, Natale, Presepe, Presepio | no comments

● Confutazione della dottrina ‘Una volta salvati sempre salvati’

Confutazione della dottrina “una volta salvati sempre salvati”

(119 minuti – scarica mp3)


“Se si trae indietro l’anima mia non lo gradisce”

(71 minuti – scarica mp3)


___________

Introduzione

In seno a molte Chiese Evangeliche viene insegnata la seguente dottrina: che chi ha creduto nel Signo­re non corre in alcun modo il rischio o il pericolo di andare in perdizione; in altre parole la dottrina che esclude possa esserci la possibilità che un credente dopo avere creduto per un certo tempo rinneghi la fede e vada così in perdizione. Tra le Chiese che la insegnano ci sono le chiese Battiste, le Chiese Riformate, le Chiese Valdesi, le Chiese Presbiteriane, e le Chiese dei Fratelli. Ecco alcune dichiarazioni a tale proposito: citerò prima dichiarazioni di singoli credenti e poi alcuni articoli di fede di alcune famose confessioni di fede. Renè Pache, che è stato direttore della Scuola Biblica Emmaus di Ginevra, i cui libri tradotti anche in Italiano sono molto apprezzati anche in seno alle Chiese dei Fratelli, ha scritto:

Leggi tutto… “● Confutazione della dottrina ‘Una volta salvati sempre salvati’”

luglio 19th, 2011 Posted by | Chiesa ‘La Parola della Grazia’ di Palermo, Chiesa Battista, Chiesa Evangelica Internazionale, Chiesa Evangelica Ministero Sabaoth di Milano, Chiesa Parola della Grazia – A.E.R.E., Chiesa Riformata, Chiesa Riformata Battista, Chiesa rione sanità Napoli, Chiesa Valdese, Chiese Metodiste, Chiese Presbiteriane, Chiese protestanti storiche, Chiese Valdesi, Confutazioni, Dottrine false, Ernest F. Kevan, Errori dottrinali, Giorgio Rochat, Giovanni Calvino, Guarentigie, Guglielmo Standridge, Perdita della salvezza, Renato Barone, René Pache, Rinaldo Diprose, Salvezza, Una volta salvati sempre salvati | no comments

● Perchè un Cristiano non può e non deve essere un cessazionista

Contro la dottrina “i miracoli e le guarigioni non sono più necessari come una volta e perciò i relativi doni sono cessati”

(132 minuti – mp3)


____________________________

Introduzione

Fratelli nel Signore, vi scrivo queste cose a causa di quelli che cercano di sedurvi con i loro vani ragionamenti, i quali affermano che con la morte dell’ apostolo Giovanni o il completamento del canone della Bibbia, e quindi verso la fine del primo secolo dopo Cristo, sono cessate nella Chiesa le seguenti manifestazioni: lingue, profezie, predizioni di eventi futuri, visioni e sogni, e guarigioni e miracoli. E quindi i Cristiani – secondo costoro – non possono più parlare in lingue, profetizzare, predire eventi futuri, avere visioni e sogni, e guarire e compiere i miracoli come avveniva nella Chiesa primitiva descritta nel libro degli Atti.
In virtù di questa loro posizione, costoro sono stati definiti ‘cessazionisti’ e la loro falsa dottrina è conosciuta con il nome di ‘cessazionismo’. Leggi tutto… “● Perchè un Cristiano non può e non deve essere un cessazionista”

luglio 18th, 2011 Posted by | Cessazionismo, Cessazionisti, Chiesa Battista, Chiesa del Nazareno, Chiesa Luterana, Chiesa Luterana in Italia, Chiesa Riformata, Chiesa Riformata Battista, Chiesa Valdese, Chiese dei Fratelli, Chiese Metodiste, Chiese protestanti storiche, Chiese Valdesi, Confutazioni, Doni dello spirito santo, Dottrine false, Metodisti, Spirito Santo, Unione Cristiana Evangelica Battista d'Italia | no comments

● L’Intesa con lo Stato e l’8 per mille, ovvero quando la Chiesa fa il male per ricavarne del bene

L’Intesa con lo Stato e l’8 per mille, ovvero quando la Chiesa fa il male per ricavarne del bene

Una confutazione delle Intese Chiesa-Stato, con particolare riferimento all’Intesa stipulata dalle Assemblee di Dio in Italia con lo Stato Italiano

__________________________________________

La storia delle Intese e dell’8 per mille

Dalla Legge delle Guarentigie (1871) al Concordato (1929), e alla Costituzione (1948)

Per comprendere bene come mai oggi le Confessioni religiose possono stipulare una Intesa con lo Stato, e alcune di esse tra cui alcune Chiese Evangeliche le hanno stabilite, occorre partire da lontano, e precisamente dalla nascita del Regno d’Italia.

Nel 1859-1860 Vittorio Emanuele II riuscì ad annettersi prima la Romagna e poi l’Umbria e le Marche, iniziando così la conquista dello Stato pontificio (che alla fine del 1860 era limitato solo al Lazio e alla città di Roma dove c’erano delle truppe francesi a difesa dello Stato pontificio). Nel febbraio del 1861 ci fu la prima convocazione del Parlamento Italiano, e nel mese successivo Vittorio Emanuele II fu proclamato re d’Italia. Leggi tutto… “● L’Intesa con lo Stato e l’8 per mille, ovvero quando la Chiesa fa il male per ricavarne del bene”

ottobre 6th, 2010 Posted by | 8 x mille, ADI (Assemblee di Dio in Italia), Cardinale Casaroli, Cattolicesimo Romano, Chiesa Avventista del settimo giorno, Chiesa Battista, Chiesa Luterana, Chiesa Valdese, Chiese Metodiste, Chiese Valdesi, Concordato, Francesco Toppi, Giorgio Bouchard, Giorgio Spini, Giuseppe Di Masa, Giuseppe Malan, Guarentigie, Intesa ADI con lo Stato Italiano, Lelio Basso, Patti Lateranensi, Pio IX, Pio XI, Sergio Bianconi, Sinodo Valdese | no comments