Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Per Paolo Ricca, teologo valdese, l’omosessualità non è peccato

Contro i perversi e vani ragionamenti fatti da alcune Chiese Evangeliche a favore dell’omosessualità…

(118 minuti – scarica mp3)


__________________________________

Ecco cosa scrive il noto teologo Valdese Paolo Ricca ad una lettrice in merito all’omosessualità:

‘Lei mi chiede di dirLe «sinceramente» se l’omosessualità sia peccato, oppure no. Le dirò «sinceramente» che, secondo me non lo è, anche se so benissimo che la Bibbia lo considera tale. Ma perché la Bibbia considera l’omosessualità un peccato? Perché gli autori biblici ritenevano che l’omosessualità fosse una scelta. Noi oggi sappiamo quello che gli autori biblici non sapevano e neppure lontanamente supponevano, e cioè che l’omosessualità non è una scelta, ma una condizione. E questo cambia tutto il discorso’. Affermazione (presente su http://www.chiesavaldese.org/) tratta dalla rubrica “Dialoghi con Paolo Ricca” del settimanale Riforma del 26 gennaio 2007.

Dunque, Paolo Ricca, quello che la Bibbia dichiara essere peccato non lo ritiene più tale, perchè dice lui:

Leggi tutto… “● Per Paolo Ricca, teologo valdese, l’omosessualità non è peccato”

agosto 29th, 2011 Posted by | «Nuova Pentecoste» ad Aversa, AD (Chiesa Cristiana Evangelica Assemblee di Dio), Chiesa Evangelica “Salem – A.D, Chiesa Valdese, Confutazioni, Dottrine false, Evangelici.net, Facoltà Pentecostale di Scienze Religiose, Falsi Dottori, Falsi insegnamenti, Omosessualità, Paolo Ricca, Scuola biblica uomini nuovi. | one comment

● Per Francesco Toppi non costa nulla oggi in Italia essere Cristiani Evangelici

In questa trasmissione andata in onda su Rai Educational, sono presenti in studio Paolo Ricca, teologo valdese; Gioele Fuligno, pastore battista; e Francesco Toppi (pastore pentecostale ed ex presidente delle Assemblee di Dio in Italia).

Si sta affrontando il tema delle persecuzioni contro gli Evangelici (Pentecostali e non) da parte dei Cattolici Romani durante il fascismo, e viene riconosciuto che allora costava essere Evangelici in Italia, nel senso che c’era un prezzo da pagare in termini di afflizioni, persecuzioni, e ingiustizie a motivo della fede.

A questo punto il giornalista (al minuto 5:50) chiede ‘Quanto costa oggi essere evangelici?’ (nel senso di costo per mantenersi Evangelici, infatti il contesto è quello delle persecuzioni contro gli Evangelici) e Francesco Toppi risponde ‘Nulla’, e poi prosegue dicendo:

‘No, perchè non costa nulla, se abbiamo la fede; se non abbiamo la fede costa tutto, e costa tanto. Quando c’è la fede, lo zelo, il fervore, non costa nulla. Quello che è capitato pocanzi abbiamo visto, è normale, è stato normale, soprattutto nel sud Italia, dove nei piccolissimi paesi quando arrivava l’Evangelo la gente non sapeva neanche cosa fosse e persone semplicissime, che non erano neanche pastori annunciavano la loro esperienza e sorgevano delle comunità ed è costato tanto’.

Leggi tutto… “● Per Francesco Toppi non costa nulla oggi in Italia essere Cristiani Evangelici”

agosto 9th, 2011 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Confutazioni, Dottrine false, Francesco Toppi, Gioele Fuligno, Paolo Ricca, Pentecostali, Persecuzioni | one comment

● Contro l’aborto

aborto-orrore

Contro l’aborto

(45 minuti – scarica mp3)


Contro l’impedire il concepimento e contro l’aborto

(135 minuti – scarica mp3)


____________________________________

Contro la posizione favorevole di alcune Chiese Evangeliche in merito all’aborto e quella ambigua delle Assemblee di Dio in Italia

Introduzione

In un comunicato stampa dell’Agenzia di stampa NEV del 3 Gennaio 2008, la signora Letizia Tomassone, vicepresidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), ha affermato quanto segue:

‘L’autonomia riproduttiva delle donne è uno dei diritti umani fondamentali. Non si possono obbligare le donne ad avere figli o a portare avanti gravidanze indesiderate … Un figlio, una figlia sono iscritti nel desiderio della madre che disegna con la creatura concepita una relazione densa di significato e di vita.

Quando questo non avviene, perché il concepimento è frutto di violenza o di frettolosa superficialità ed errore, la donna deve essere messa in grado di interrompere la gravidanza.

Fino a quel momento sono infatti in gioco la responsabilità e la libertà che lei ha sviluppato nella sua vita. Per questo il senso di libertà individuale, che è riconosciuto e considerato oggi in Occidente come il fondamento del diritto civile, fa parte della costruzione della dignità femminile. La donna non è un puro contenitore di vita concepita altrove. E’ un soggetto libero che crea relazione con questa vita.

Negare che l’interruzione di gravidanza si inserisca in questo processo relazionale significa riportare le donne a un obbligo biologico che non ci appartiene più.’ Leggi tutto… “● Contro l’aborto”

ottobre 25th, 2010 Posted by | Aborto, ADI (Assemblee di Dio in Italia), Francesco Toppi, Interruzione Gravidanza, Letizia Tomassone, Omicidio, Paolo Ricca, Piero Suman | no comments