Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● L’ipocrisia del Cattolicesimo Romano sui vaccini

amci“Nel 2005 il documento della Pontificia Academia Pro Vita dal titolo: «Riflessioni morali circa i vaccini preparati a partire da cellule provenienti da feti umani abortiti» poneva alcune interessanti riflessioni.

«I vaccini, poiché sono preparati a partire da virus raccolti nei tessuti fetali infettati e volontariamente abortiti, e successivamente attenuati e coltivati mediante ceppi di cellule umane ugualmente provenienti da aborti volontari, non mancano di porre importanti problemi etici.
Se una persona respinge ogni forma di aborto volontario di feti umani, tale persona non sarebbe in contraddizione con se stessa ammettendo l’uso di questi vaccini di virus vivi attenuati sulla persona dei propri figli? Non si tratterebbe in questo caso di una vera (ed illecita) cooperazione al male?».

Siccome questo documento poneva grossissimi interrogativi, il 31 luglio 2017 l’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute (CEI) e l’associazione Medici Cattolici Italiani hanno ben pensato di aggiornarlo.

In peggio ovviamente.

Ecco l’attuale parere della chiesa (Cattolica Romana N.d.R.):

Leggi tutto… “● L’ipocrisia del Cattolicesimo Romano sui vaccini”

agosto 6th, 2017 Posted by | AMCI, Cattolicesimo Romano, Chiesa Cattolica Romana, Marcello Pamio, Vaccini, Vaccini effetti collaterali | no comments

● Vaccini che contengono prodotti del sangue animale

 

Share

giugno 5th, 2017 Posted by | Religione, Vaccini | no comments

● Vaccini e feti abortiti

feti-vaccini-Noi siamo contro l’aborto, rispettiamo la vita umana sin dal concepimento e di conseguenza ci rifiutiamo di beneficiare dei prodotti di un’azione malvagia. Come cristiani evangelici pentecostali siamo fortemente contrari a qualsiasi prodotto che si basa su un aborto.

“Un dato di fatto che nessuno nega, è che nella tecnica di produzione di alcuni vaccini virali vengano utilizzati terreni di coltura contenenti due linee cellulari umane diploidi, allestite originalmente (1964 e 1970) da tessuti di feti abortiti.

La prima linea è la WI-38 (Winstar Institute 38), con fibroblasti diploidi di polmone umano derivati da un feto femmina svedese abortito perché la famiglia riteneva di avere già troppi figli, preparata e sviluppata da Leonard Hayflick nel 1964, numero ATCC CCL-75.

Leggi tutto… “● Vaccini e feti abortiti”

giugno 5th, 2017 Posted by | Cristianesimo, Religione, Vaccini | no comments